LE VIE DEL CON-TATTO

logo creato in collaborazione con Massimo Cillo ; sito creato da Stefano Fariselli

Perchè questo nome e perchè questo logo?

Il cerchio di mani dorate che portano verso il centro…un tocco che è delicato, sapiente, pieno di rispetto, accogliente, sicuro; uno sfondo che richiama la terra, madre e nutrice. Una evocazione di antico, arcaico, ancestrale, un centro gravitazionale dove ogni via giunge e dal quale attinge. Richiama il sole dorato, fonte di luce, calore, vita.

Olfatto e tatto sono i sensi del contatto, della vicinanza e della relazione, sensi intimistici e profondi, con grande impatto comunicativo. L’importanza di un abbraccio sta nel comunicare, sciogliere tensioni e paure, annullare le distanze… conforta e risana. L’odore del corpo e il calore nel gesto, richiama memorie e sensazioni che nutrono e riossigenano l’Essere. Il Respiro appartiene al Naso quanto alla Pelle: riappropriarsi di un atto necessario come il respiro consapevole, è vitale.

L’educazione e il nutrimento di queste vie conduce…alla Riscoperta del corpo, delle emozioni e delle memorie … che facilitano la consapevolezza di dove e come siamo Ora … e che rendono possibile, attraverso gli strumenti acquisiti, un Futuro personale più chiaro e centrante.

I Sensi sono porte fisiche, recettori e trasmettitori di segnali che si traducono in messaggi elettrici e chimici a livello dei nostri centri cerebrali e del sistema nervoso. Essi originano tutti dallo stesso foglietto embrionale, l’ectoderma, lo stesso che dà dunque origine al sistema neurale e anche alla pelle! Il tatto è il primo senso a svilupparsi nell’embrione, ed in particolare nella regione intorno alla bocca, già prima dell’8 settimana di gestazione. Il naso è il primo organo a formarsi, e l’olfatto è il primo senso ad attivarsi insieme al gusto: attraverso l’organo vomero-nasale odori e sapori sono percepiti nel liquido amniotico, e l’odore della madre sarà fondamentale per affrontare la nuova vita. Tutti e 5 i sensi sono già attivi nel grembo materno ma la vista sarà l’unico dei sensi che si affinerà dopo la nascita.

L’Olfatto a livello energetico nasce a livello di Muladhara, il primo centro, la radice: da quì le nadi giungono al naso; sembra un paradosso che uno tra i sensi più intangibili, inafferrabili, incatalogabili e non misurabili origini da ciò che di più concreto, radicato e tangibile ci sia, la Terra. Ma l’olfatto rappresenta un senso viscerale, arcaico, legato più di altri alla sopravvivenza tanto che è l’unico tra i 5 sensi ad inviare in primis i segnali ricevuti direttamente al nostro cervello antico (paleoencefalo: sistema limbico, amigdala, ippocampo) sede di memorie, emozioni, ricordi, e che, bypassando la corteccia prefrontale, scatena risposte istintive.

La Pelle è l’apparato più esteso del nostro corpo e svolge il ruolo di protezione fisica (da agenti esterni meccanici, fisici, microbiologici), organo di relazione e comunicazione con l’esterno, organo di senso, regolatore della temperatura, organo del metabolismo e immagazzinamento dei grassi, dell’acqua e dei sali mediante la traspirazione. La Pelle respira, traspira, assorbe, discioglie…acqua, ossigeno, tossine, emozioni, energia, amore. Il Tatto rappresentato dalle mani ha origine in Anahata, il chakra del Cuore. La stimolazione dei recettori sulla pelle, attraverso il contatto, dà un imprinting anche alle funzioni dei vari apparati e degli organi interni; ciò comporta che un tocco amorevole presente e costante, sia vitale per una armoniosa crescita.

Gli incontri delLe Vie del ConTatto sono una opportunità per crescere ad ogni livello attraverso l’acquisizione di conoscenze e strumenti concreti derivanti dalla nostra esperienza, dalla nostra formazione e dal nostro Essere…

Vi aspettiamo con gioia!

Grazie… Samatha e Sabrina


SUGGERIMENTI…

… come la natura e noi stessi possiamo darci un supporto per affrontare al meglio questo momento

Chiediti:

Come posso aumentare la qualità del mio benessere ora?

Quali sono le giuste azioni per prendersi cura di sè e i propri cari ogni giorno?

Come posso trasformare le limitazioni in occasioni di Vita?

Ciò che stiamo vivendo può generare un senso di impotenza, passività, paura, rabbia, ansia e noia; questo può degenerare e intossicarci.

Mantieniti attivo! Rimani il protagonista della tua vita, non permettere che gli eventi ti trascinino restando un semplice spettatore!

Questo quindi, è il momento per il cambio di atteggiamento. Sfruttiamo al meglio il tempo che abbiamo a disposizione sia in termini di quantità che di qualitã.

Questo forte impulso da cogliere offre l’opportunità per far riaffiorare la nostra parte creativa, energia vitale che influisce sulla salute del sistema immunitario e quindi di tutto il nostro Essere. La salute passa dal tono dell’umore, dalla creatività, dal sentirsi responsabili della propria vita e di ciò che si vuole fare.

La cosa più evidente di ciò che sta succedendo ci porta alla consapevolezza che ognuno di noi deve prendersi cura di sē stesso e di chi gli sta intorno… siamo tutti collegati e ogni nostra azione ha effetto sul tutto. In questo diamo l’accezione più positiva e costruttiva!

In concreto…cosa possiamo fare? (sempre nel rispetto delle indicazioni di tutela date dalle autorità)

  1. Prendersi cura con l’Alimentazione aumentando il consumo di verdura e frutta ricche in vitamina C, bere tanta acqua e assumere proteine…per sostenere il sistema immunitario, purificare e alleggerire l’organismo, tonificare i tessuti.

Un corpo affaticato e spento ha meno difese!!!

Samantha è disponibile a fornire consulenze on line riguardo questo tema

2. Utilizzo di risorse, rimedi e integratori che arrivano dalla Natura

  • Oli Essenziali: l’aromaterapia ci viene in aiuto in vari modi per affrontare in sicurezza questo momento. Attraverso la loro diffusione ambientale, il massaggio, l’inalazione è possibile alzare le nostre difese rinforzando il nostro apparato Corpo e sostenendo la nostra parte Emozionale, Mentale ed Energetica. Ci sono indicazioni di alcuni oli essenziali o miscele per prendersi cura di noi e gli altri vicino a noi.

Sabrina è disponibile a fornire consulenze on line riguardo questo tema

  • Integratori alimentari di eccellenza a supporto del microbioma, delle difese, della disintossicazione, del sistema di assorbimento e assimilazione dei princípi nutrizionali fondamentali. Mantenere un corpo basico permette di avere un terreno resistente a forme infiammatorie e patogene

Samantha è disponibile a fornire consulenze on line riguardo questo tema

  • Pratiche di salute come lo yoga, la meditazione, il chi kung, il tai chi, il pranayama uniscono il lavoro sul corpo a quello mentale, emozionale ed energetico. Può essere questo il momento di potersi interessare a qualcosa che desideravamo da tempo o che arriva proprio ora come necessità di viverlo, conoscerlo e praticarlo.
  • Il contatto con la Natura: la forza guaritrice, vivificante, risanatrice, della luce del Sole, il suo calore, la sua forza…l’Aria aperta soprattutto ora che è sicuramente più libera e pulita ci richiama l’attenzione al Respiro consapevole e nutriente; l’Acqua del mare o di un fiume o di un torrente per chi è vicino a loro…riprendere contatto con il mondo Vegetale: alberi, germogli, fiori, erbe spontanee sono ovunque e possono donarci energia buona…e i nostri amici animali. Il movimento del corpo e il respiro in mezzo alla Natura rinforza il nostro stato di salute, attraverso la sua forza guaritrice

3. Creatività:

scoprire o riscoprire i nostri interessi e hobby, facendo emergere l’ aspetto piacevole e nutriente della parte creativa… si aumenta in maniera esponenziale il benessere psico-fisico-energetico-emozionale di ognuno di noi.

Questo può essere il momento per richiamare vecchi interessi o averne dei nuovi, dando libertà alla propria immaginazione, intuizione e parte ludica; utilizziamo tutti i nostri sensi, il corpo e la mente per dare forma a momenti piacevoli…letture, film, cucito, cucina, manualità con sassi-legno-argilla, attività grafiche e pittoriche, musica, poesia, contemplazione, scrittura, corsi on line, giochi con i propri bambini e con gli adulti che ci stanno vicino… e tanto altro ancora.

È il momento di rimettersi in gioco attivando una parte di noi che è rimasta ingabbiata dal frenetico vivere…ora in pausa finalmente!

Per chi di tempo ne ha poco invece perchè ora è chiamato a essere in prima linea, possa questo momento essere una spinta trasformatrice per la creazione di condizioni migliori di tutto il gruppo cui si appartiene.

Non siamo soli!

Restiamo concentrati e collegati…

OM MANI PADME HUM

Grazie…Namastè…Gassho

Se avete bisogno su consigli in tema di rimedi naturali, aromaterapia, alimentazione, integrazione… ci siamo…con gratitudine verso ciò che è

Sabrina e Samantha

BUON ASCOLTO E BUONA VISIONE

LEGGEREZZA…PERCHÈ NO?

Viviamo un periodo storico, come tanti altri in passato, dove per molti la percezione del “vivere” é difficoltà e pesantezza.

Spesso nella ricerca del trovare il proprio posto nella vita e di uscire dall’insoddisfazione, i sentimenti e le percezioni che più vengono messi in gioco sono la paura, la pesantezza delle situazioni, il senso di  inadeguatezza, la difficoltà di comunicazione, il senso di impotenza, il dovere, il giudizio, le aspettative, l’adeguamento forzato al “pensiero generale di quel che é giusto fare”.

Come uscire da questa modalità?

L’autoironia e la leggerezza sono un valido e potente aiuto per attraversare le situazioni emozionali sopra elencate e che quotidianamente si presentano.

Il “prendersi in giro” e il ridimensionamento delle proprie e altrui azioni sono un modo di SCEGLIERE come affrontare la giornata.

Se ti rendi conto di sentirti troppo serio e pesante….molla, lascia andare, respira e chiediti: “questo é il momento che desideravo vivere?”

Rilassati … e diventa come Dudu 🙂

Leggerezza del pensiero non è faciloneria, nè superficialità, ma indice di grande profondità e radicamento nel contesto quotidiano, attraverso cui si veicola positivamente l’energia.

Utilizza la leggerezza per toglierti i carichi che la vita di tutti giorni ti porta ad accumulare…viaggia con un bagaglio leggero per ritrovare vigore, forza e rinnovarti sempre.

La risata di cuore è portatrice di ossigeno a tutte le cellule del nostro Essere, allenta la tensione e ti riporta alla realtà con un atteggiamento più chiaro, ridimensionando le situazioni alle quali avevi dato una eccessiva importanza.

Se c’é una soluzione perchè ti preoccupi? Se non c’é una soluzione perchè ti preoccupi?

Aristotele




vorrei farla mia almeno una volta al giorno

Quanto tempo quotidianamente è perso nel risentimento, nella preoccupazione, nella rabbia, portandoti alla chiusura e alla rassegnazione?

Caricarsi mentalmente dei problemi mondiali oppure di quelli che appartengono alla nostra realtà ma che ci sembrano insormontabili, non serve. Serve esserne consapevoli, certo, ma occorre muoversi diversamente nel quotidiano, ponendo attenzione alle scelte che facciamo, affinchè venga data forza alla parte costruttiva, concreta e propositiva dei pensieri e delle azioni.

Focalizziamoci su ciò che passo passo possiamo e vogliamo fare…e facciamolo!!! Diamo al nostro agire una accezione positiva, siamo resilienti di fronte agli accadimenti…Così facendo potremmo accorgerci che non sarà più necessario sperimentare attraverso la sofferenza.

L’autoironia porta a guardare noi stessi trasformando la drammaticità del momento in uno sguardo gentilmente e amorevolmente distaccato, ridimensionando il nostro sentire, e riportandoci ad una nuova consapevolezza.

La leggerezza così acquisita darà un passo nuovo al vivere e al senso del vivere…camminare a mente aperta e a cuor leggero…situazioni che l’essere umano comune pensa debbano essere vissute nel negativo, nel proprio percorso di vita, in realtà non ne faranno più parte, perderanno interesse, quindi non esisteranno più.

Sarai tu che sceglierai liberamente quali relazioni, emozioni, situazioni vorrai condividere e vivere…decidi di mettere il Sorriso !

Grazie…Namastè…
Sabrina e Samantha

LE ACQUE AROMATICHE…IDROLATI

Le Acque Aromatiche… o Idrolati

Premessa:

Leggere informazioni è conoscere?

Vi parlerò delle Acque Aromatiche o Idrolati: chi sono, da dove arrivano, i loro impieghi, le loro peculiarità. In pochi le conoscono veramente, per tanti sono considerate materiale di scarto.

Mentre…

L’Idrolato è Acqua informatizzata delle vibrazioni e i messaggi energetici della pianta dalla quale viene estratta: sono infatti il risultato del processo di distillazione in corrente di vapore della pianta e sono così complementari al rispettivo olio essenziale che si forma.

Contengono le frazioni idrosolubili e una piccola percentuale del rispettivo olio essenziale, privato però della sua componente talvolta irritante. 

Sono perciò Acque agevoli e sicure nel loro utilizzo sia esternamente che ingerite (in questo caso solo se non hanno stabilzzanti, conservanti e se non contaminate).

Sono utilizzate esternamente in campo cosmetico e profumiero, mentre l’uso interno è in campo alimentare (la pastiera napoletana utilizza l’Acqua aromatica dei Fiori di Arancio!) e in campo sanitario: studi scientifici si stanno rivolgendo al loro utilizzo per il loro uso agevole e i minori costi.

Svolgono azione simile e complementare all’olio essenziale, ed essendo l’Acqua un messaggero vibrazionale molto potente, entra in risonanza sia a livello cellulare con la nostra componente liquida che con i nostri centri energetici.

…L’Acqua parla ai liquidi intra ed extra cellulari, il suo profumo all’anima.

Hanno quindi un impatto energetico, emozionale, fisico…Possono rappresentare un ponte tra i puri rimedi vibrazionali come i Rimedi floreali e gli Oli essenziali con la loro potente azione a livello del corpo: attivano la guarigione ad ogni livello!

Sono profumate, hanno un loro gusto, sono fresche, energizzanti, attivanti.

Sono Acque leggere dove predomina l’elemento Aria e Acqua nella sua trasformazione da vapore a liquido.

Le Acque Aromatiche salutari sono quelle integre, pure. In commercio purtroppo se ne trovano tante che di salutare hanno ben poco! Le più adulterate sono quelle dei fiori come la Rosa e i Fiori d’Arancio per le quali la distillazione prevede una quantità enorme di materiale vegetale. Queste sono spesso tagliate o addirittura ricostruite in laboratorio.

Le terapie dolci come l’utilizzo degli idrolati nutre la nostra parte sensibile e profonda, un luogo dove nascono le forze di autoguarigione, di vita, di creazione.

…conoscere però queste Acque è tutt’altra cosa! 

foto di Elena Cobez …le Acque Aromatiche di Vivi Armonico

Veicolare messaggi in una modalità viva, vibrante, vitale tra due Esseri che si mettono in relazione, appartiene all’Essere umano quanto all’intera Natura.

Il mondo dell’Aromaterapia vede tanto materiale cartaceo e su web cui attingere…intraprendere un percorso di conoscenza profonda passa però attraverso l’esperienza diretta del singolo e l’incontro con persone che già ne hanno fatto Consapevolezza, guidando e accompagnando chi si avvicina a questo mondo profumato, così ricco,meraviglioso e sfaccettato.

Grazie…Namastè…Gassho

Sabrina

DINACHARYA

LA ROUTINE QUOTIDIANA PER PREVENIRE E PRESERVARE IL NOSTRO BIOEQUILIBRIO

Ogni giorno la Natura si organizza armoniosamente per vivere in equilibrio, in un univoco ritmo dettato dal sorgere e dal tramontare del sole, e dal passaggio dei cicli di luna di notte…. Ci ricordiamo che anche noi facciamo parte della natura?

Gli antichi Rishi ( veggenti) ovvero i maestri originali di tutte le scienze Vediche, furono i primi ad esporre il concetto secondo il quale la buona salute e il preservarla giornalmente, è una Necessita’ Fondamentale per intraprendere il percorso di Autorealizzazione .Infatti se il corpo fisico viene trascurato, può diventare un ostacolo nella pratica dell’esperienza che noi chiamiamo Vita .

Fa molto riflettere che Uomini Saggi, vissuti più di quattromila anni fa , pur non avendo gli strumenti scientifici di oggi, riuscirono ad individuare, osservando e riflettendo, la straordinaria relazione che esiste tra corpo e mente, ma soprattutto tra l’essere umano e il creato che ci circonda… Quanto in noi ci siano Cicli Principali, governati dal Corpo Quantico Meccanico strettamente correlato alla natura, e quanto le leggi e i ritmi circadiani influenzino il nostro Benessere psicofisico ed emozionale.

E’ nostra responsabilità personale stare in salute… come possiamo fare? Da dove si Comincia?

La risposta dell’Ayurveda è efficace e semplice…

Tra i suoi principi fondamentali c’è proprio la diffusione di come poter praticare una Routine Quotidiana (Dinacharya), partendo dal risveglio fino alla qualità del riposo notturno e della considerazione che la nostra energia e salute si comporta in maniera differente in orari differenti.

Le linee guida e gli strumenti di facile comprensione e apprendimento, ci insegneranno a :

  • supportare il benessere giornaliero partendo dalle prime ore del giorno (automassaggio)
  • l’importanza del dissetarci e mantenere puliti i nostri organi interni ( bere acqua tiepida )
  • comprendere il vero significato del cibo e di come lo assorbiamo ( dare il giusto momento)
  • cosa si intende per esercizio fisico giornaliero (camminare all’aria aperta)
  • imparare l’importanza di dare noi ritmo alla nostra giornata ( gli orari giusti per ogni attività)
  • educarci alla disciplina necessaria ( ripetitività dei gesti fondamentali)

Inoltre la conoscenza della differente costituzione fisica di base e quale sia il dosha dominante e quello in difficoltà, potrà indicare quali specifici bisogni, capacità, supporto e rinforzo servono.

Nel dare ordine alla giornata, ogni attività diventa più sana, divertente e funzionale.

Approcciarsi al mondo dell’Ayurveda significa considerare la persona una unione di Corpo-Mente-Anima :

  • cambiare il modo e l’atteggiamento con cui ci si prende o meno cura di se stessi e dei propri cari
  • migliorare le proprie abitudini
  • camminare all’aria aperta
  • l’ approccio con il cibo che ci nutre
  • l’ importanza dei pensieri puliti e propositivi
  • l’integrazione e la prevenzione dagli stati di disequilibrio

portano ad una vita sana, longeva, purificata e felice.

Al giorno d’oggi, le curiosità e gli insegnamenti, sono facilmente accessibili a tutti attraverso il web… Purtroppo però sono nozioni spesso slegate e asettiche, che inducono le persone a pensare di poter apprendere i fondamentali, praticare senza un’ adeguata preparazione o una guida formata, senza osservare una vera e propria disciplina, né rendendosi conto del basso livello, o del fatto che le scorciatoie non funzionano e spesso danneggiano…

Riflettete bene e siate coraggiosamente consapevoli …

Investire del tempo significa guadagnare più tempo di qualità e viverlo al meglio …

Namaste Samantha Maffi

Chi fosse interessato a partecipare ad un seminario dedicato può contattarci ; siamo a disposizione per ogni informazione.

GAMBE…e oli

Siamo in piena estate, e uno dei problemi che affliggono tante persone è la pesantezza agli arti inferiori.

L’uso di certi oli essenziali stimolando il circolo attraverso un massaggio è uno dei rimedi naturali che possono aiutarci.

Per l’estate sono sicuramente consigliate sostanze rinfrescanti e così Pompelmo, Limone, Arancio, Menta, Finocchio, Lavanda possono essere utilizzati come supporto nella loro azione drenante, diuretica, anticellulite e a sostegno del circolo. Il Cipresso è ottimo per chi soffre di insufficienza venosa (varici, flebiti), il Geranio per proteggere a livello periferico chi presenta i cosiddetti “capillari rotti”. Ovviamente la Menta dona una sensazione immediata di sollievo, quindi per un mix estivo potete metterne in percentuale maggiore ripetto agli altri oli, se volete far prevalere questo aspetto. Tenete presente che gli oli essenziali da Agrumi sono fotosensibili quindi precauzioni se ci esponiamo massivamente poi alla luce solare.

Gli oli essenziali veicolati in una base oleosa vegetale, li possiamo utilizzare attraverso un massaggio che dal piede tutto sale verso l’inguine, in direzione centripeta seguendo lo scarico venoso e linfatico, facendo movimenti circolari. È altresì possibile utilizzare la miscela per trattare solo il piede stimolando in particolar modo le zone riflesse che interessano lo scarico linfatico.

Un altro sollievo e sostegno per la salute delle gambe, viene proprio dall’elemento Acqua, cosi ristagnante negli edemi: camminare nell’acqua di mare, fare docce calde/fredde alle gambe come in una sorta di “ginnastica” per l’apparato venoso e linfatico, e riprendere una antica abitudine: il pediluvio. Mettere i piedi fino alle caviglie, immersi in una bacinella con acqua fresca dove abbiamo sciolto un cucchiaio di sale grosso arricchito di 4-5 gocce degli oli essenziali sopra menzionati.

La consapevolezza della necessità di un benessere quotidiano che aumenta la qualità della vita ci guida nel proporre incontri a tema, con professionalità, esperienza e tanta passione. Vi aspettiamo, stiamo preparando il calendario autunnale ?

Grazie, Namastè, Gassho

Sabrina e Samantha

Il Massaggio con l’Acqua



Il massaggio con l’acqua è una pratica di antico lignaggio,anche se poco conosciuta nell’ambito dell’Ayurveda. Utilizzando una sequenza sicura di manualità semplici e specifiche ( sostituendo l’olio con acqua ,come veicolante) , il trattamento risulta molto efficace,estremamente rinfrescante e decontratturante. Si trae sollievo dallo stress , dalla spossatezza e giovamento profondo… un ottimo supporto nell’affrontare la calura estiva.
☀️
Contattateci per ulteriori informazioni e prenotare il massaggio ?

Namaste ?

Samantha

Amore e Fiducia…un aiuto arriva dalla natura.

La Natura dà, è generosa…l’uomo con la sua opera alchemica di distillazione dà vita agli oli essenziali. Essi rappresentano una grande risorsa per sostenere e nutrire anima, mente e cuore; il loro uso quotidiano, semplicemente annusandoli, scatena cambiamenti sottili e immediati che elevano il nostro Essere.

Una premessa è d’obbligo: quando utilizziamo un olio essenziale per la nostra guarigione è importante che la sua fragranza sia accettata e ben accolta…deve piacere a noi e non agli altri, è una relazione intima e unica che ci coinvolge a più livelli.

L’uso quotidiano e costante permette la loro attività sul piano emozionale, energetico e fisico; annusarli ogni volta che se ne sente il bisogno, diffonderli nell’ambiente, farsi un massaggio, metterne 2 gocce nei fazzolettini di carta, una goccia su un cartoncino da usare come segnalibro, qualche goccia come profumatore nella biancheria, crearsi un profumo …diversi modi per essere accompagnati dalla loro profumosa e preziosa fragranza…E si vedranno i risultati della loro opera.

radici di Vetiver…una estrema nota di base

Di seguito darò qualche indicazione su alcuni oli che possono sostenerci nel rafforzare la fiducia e l’amore in noi stessi.

Bene…Partiamo dalle radici…dalla terra che ci sostiene e aiuta ad ancòrarci, così che si alimenti la fiducia amorevole per camminare e muovere i nostri passi.
Vetiver (vetiveria zizanoides) distillazione delle radici, così resistenti e forti, tanto che viene utilizzata anche per consolidare i terreni; riesce a resistere a siccità ed alluvioni….e questo è il messaggio vitale e l’energia che porta.
Adatta a chi ha perso il contatto con la terra ed è proiettato fuori dalla realtà, o in altro tempo: per chi disperde energie nel futuro a scapito del qui e ora. Aiuta a sentire la connessione con la terra, il radicamento, aiutandoci nella realizzazione degli obiettivi e stimolando la fiducia e la sicurezza in ciò che intraprendiamo.
Il vetiver ha una energia estrema, forte, olfattivamente impegnativo, con note affummicate, di terra, calde, legnose.

Ed ora parliamo di un legno…
Il Cedro Atlas (cedrus atlantica) è un maestoso albero che con la sua forza gentile ci comunica solidità, protezione e la forza qui si radica nella fiducia, una fiducia che rafforza e ci sostiene…
Fiducia che è importante per vivere positivamente e in ricchezza la vita.
Ha una fragranza fresca, dolce, pungente e delicata con una forza che si fa ascoltare nel tempo.

Le spezie come la Cannella emanano una forza gioiosa e forte, colorata, una spinta focosa che scalda il Cuore e ci apre all’amore, alla gioia e alla fiducia; in questo caso è d’obbligo diluire l’olio essenziale in olio per la loro dermoaggressività.
Quando il cuore vive un senso di perdita, vuoto, insicurezza e irrequietezza si ha perso la connessione…Unire una essenza che radica e note di cuore completano l’opera alchemica di guarigione.

Rosa damascena…Rosa centifolia…note potenti di cuore

Per il cuore altri oli essenziali che nutrono sono la Rosa (rosa damascena/centifolia) e il Neroli (citrus aurantium flower, fiori dell’arancio amaro) (entrambi piuttosto costosi, ma ne vale la pena); queste fragranze appartengono ai fiori, che aiutano in maniera gentile ad aprirci alla vita, alla sua fragranza e bellezza, e contemporaneamente ad accettare lo sfiorire delle cose…tutto nel corso dell’esistenza è in continuo mutamento e se vogliamo ha un “inizio, un apice e una fine”.

Bergamotto…una nota fresca di cuore-testa


Il cuore unisce e collega la terra con il cielo, tutto abbraccia e guida, armonizza le energie più terrene a quelle più sottili e intuitive; e la gioia che appartiene al cuore può essere alimentata dagli oli essenziali agrumati come la Litsea (litsea cubeba, distillazione dei frutti), chiamata “fragranza degli Angeli”, l’Arancio e il Bergamotto: essi lavorano sulla fiducia in sé stessi, con il sorriso e tanta luminosità.
Gelsomino, Geranio, Lavanda, Vaniglia e altri ancora sono legati al cuore e all’amore, così come altri sono messaggeri di fiducia…Mirra, Basilico, Mandarino

Sono tanti gli oli che possiamo unire e trovare per lavorare sulla fiducia e sull’amore…ogni sfumatura nel sentimento può riconoscere intimamente una determinata essenza, e ogni persona può trovare la propria; è quí che entra in gioco “l’ascolto” profondo e attento all’olfazione delle diverse fragranze e riconosciamo quelle adatte in quel momento per noi.
Metterci in “ascolto profondo” di un olio essenziale è una meditazione olfattiva che ci permette di esplorare il mondo delle emozioni, delle intuizioni, dell’evocazione profumata di immagini, idee, ricordi…prende vita ciò che da tempo è rimasto sopito, rimosso, sconosciuto o ancora inesplorato.

Un meraviglioso viaggio, ogni volta…

Grazie dell’ascolto?
Sabrina