ATTIVIAMO IL NOSTRO SISTEMA IMMUNITARIO

Guida Pratica a semplici gesti quotidiani per attivare il nostro apparato psicofisico nelle stagioni fredde !

Siamo pronti per la stagione che stiamo attraversando ?

In questo articolo portiamo alla luce un aspetto importante e spesso poco considerato, per attraversare i cambi di stagione con un atteggiamento consapevole e sereno, piuttosto che casuale.

Ogni volta che, durante l’anno, si passa da un periodo caldo a un periodo freddo e viceversa, il nostro organismo ha bisogno di riadattare la temperatura corporea e tutte le funzionalitĂ  ad esse connesse alla nuova situazione.

Solitamente si rinforzano le difese immunitarie attraverso la via del “naturale” (vedi nostro altro articolo del blog ) o ci si affida alla farmacopea nel momento del bisogno … qualsiasi strada decidiamo di adottare c’è qualcosa che a monte possiamo utilizzare, e che fa una grande differenza.

LO STRUMENTO SIAMO NOI STESSI

Ci sono piccoli gesti quotidiani che fanno tutti ma che, se praticati in maniera consapevole anche attraverso l’olfatto, tonificano e mantengono il buon funzionamento del nostro apparato psico-fisico.

Ad esempio al mattino, è pratica comune lavarsi i denti e sciacquarsi il cavo orale. Se appena svegli, abbiniamo la pulizia della lingua e utilizziamo una goccia di olio essenziale nell’acqua del risciacquo della bocca, tutto ciò amplifica e completa l’ eliminazione delle tossine (Ama) depositate durante la notte, visibile con una patina biancastra presente sulla lingua.

Va da sé che inghiottire le tossine che il corpo ha tanto faticato ad eliminare non è una buonissima idea

Nettalingua, strumento per la pulizia della lingua.

Questa e altre azioni giornaliere ( che di seguito troverai elencate) hanno la capacitĂ  di attivare e preservare il nostro benessere con la giusta guida pratica .

Gli strumenti funzionali a fortificare il nostro organismo contemplano:

  • utilizzo mirato e sicuro degli Oli Essenziali, abbinati a gesti quotidiani
  • utilizzo dei punti riflessi, non solo a livello plantare
  • esercizi semplici e veloci per l’apparato respiratorio
  • ” Metodo Le Vie del Contatto ” : Respiro Aromatico Consapevole con esercizi specifici

Queste pratiche saranno presentate in un Webinar dedicato.

Per conoscere il programma e le info del Webinar del 14 Dicembre 2021 clicca quì

Ricordiamo e sottolineiamo che tutto ciò si inserisce in un piĂą ampio contesto di Salute che vede la qualitĂ  dell’alimentazione, dell’integrazione, del giusto movimento, e della modulazione appropriato dell’energia abbinata al sonno-veglia ( vedi articoli nei link)

Se vuoi approfondire e conoscere al meglio questi strumenti, ti invitiamo dunque al webinair che Le Vie del Contatto propongono, dove apprenderai la metodicitĂ  giusta, la semplicitĂ  di applicazione e l’efficacia.

Ti interessa approfondire?

Per conoscere il programma e le info del Webinar del 14 Dicembre 2021 clicca quì

Un caro saluto

Samantha e Sabrina

đź“š LE VIE DEL CON-TATTO

logo creato in collaborazione con Massimo Cillo ; sito creato da Stefano Fariselli

Perchè questo nome e perchè questo logo?

Il cerchio di mani dorate che portano verso il centro…un tocco che è delicato, sapiente, pieno di rispetto, accogliente, sicuro; uno sfondo che richiama la terra, madre e nutrice. Una evocazione di antico, arcaico, ancestrale, un centro gravitazionale dove ogni via giunge e dal quale attinge. Richiama il sole dorato, fonte di luce, calore, vita.

Olfatto e tatto sono i sensi del contatto, della vicinanza e della relazione, sensi intimistici e profondi, con grande impatto comunicativo. L’importanza di un abbraccio sta nel comunicare, sciogliere tensioni e paure, annullare le distanze… conforta e risana. L’odore del corpo e il calore nel gesto, richiama memorie e sensazioni che nutrono e riossigenano l’Essere. Il Respiro appartiene al Naso quanto alla Pelle: riappropriarsi di un atto necessario come il respiro consapevole, è vitale.

L’educazione e il nutrimento di queste vie conduce…alla Riscoperta del corpo, delle emozioni e delle memorie … che facilitano la consapevolezza di dove e come siamo Ora … e che rendono possibile, attraverso gli strumenti acquisiti, un Futuro personale piĂą chiaro e centrante.

I Sensi sono porte fisiche, recettori e trasmettitori di segnali che si traducono in messaggi elettrici e chimici a livello dei nostri centri cerebrali e del sistema nervoso. Essi originano tutti dallo stesso foglietto embrionale, l’ectoderma, lo stesso che dĂ  dunque origine al sistema neurale e anche alla pelle! Il tatto è il primo senso a svilupparsi nell’embrione, ed in particolare nella regione intorno alla bocca, giĂ  prima dell’8 settimana di gestazione. Il naso è il primo organo a formarsi, e l’olfatto è il primo senso ad attivarsi insieme al gusto: attraverso l’organo vomero-nasale odori e sapori sono percepiti nel liquido amniotico, e l’odore della madre sarĂ  fondamentale per affrontare la nuova vita. Tutti e 5 i sensi sono giĂ  attivi nel grembo materno ma la vista sarĂ  l’unico dei sensi che si affinerĂ  dopo la nascita.

L’Olfatto a livello energetico nasce a livello di Muladhara, il primo centro, la radice: da quì le nadi giungono al naso; sembra un paradosso che uno tra i sensi piĂą intangibili, inafferrabili, incatalogabili e non misurabili origini da ciò che di piĂą concreto, radicato e tangibile ci sia, la Terra. Ma l’olfatto rappresenta un senso viscerale, arcaico, legato piĂą di altri alla sopravvivenza tanto che è l’unico tra i 5 sensi ad inviare in primis i segnali ricevuti direttamente al nostro cervello antico (paleoencefalo: sistema limbico, amigdala, ippocampo) sede di memorie, emozioni, ricordi, e che, bypassando la corteccia prefrontale, scatena risposte istintive.

La Pelle è l’apparato piĂą esteso del nostro corpo e svolge il ruolo di protezione fisica (da agenti esterni meccanici, fisici, microbiologici), organo di relazione e comunicazione con l’esterno, organo di senso, regolatore della temperatura, organo del metabolismo e immagazzinamento dei grassi, dell’acqua e dei sali mediante la traspirazione. La Pelle respira, traspira, assorbe, discioglie…acqua, ossigeno, tossine, emozioni, energia, amore. Il Tatto rappresentato dalle mani ha origine in Anahata, il chakra del Cuore. La stimolazione dei recettori sulla pelle, attraverso il contatto, dĂ  un imprinting anche alle funzioni dei vari apparati e degli organi interni; ciò comporta che un tocco amorevole presente e costante, sia vitale per una armoniosa crescita.

Gli incontri delLe Vie del ConTatto sono una opportunitĂ  per crescere ad ogni livello attraverso l’acquisizione di conoscenze e strumenti concreti derivanti dalla nostra esperienza, dalla nostra formazione e dal nostro Essere…

Vi aspettiamo con gioia!

Grazie… Samatha e Sabrina


📚 Amore e Fiducia…un aiuto arriva dalla natura.

La Natura dà, è generosa…l’uomo con la sua opera alchemica di distillazione dà vita agli oli essenziali. Essi rappresentano una grande risorsa per sostenere e nutrire anima, mente e cuore; il loro uso quotidiano, semplicemente annusandoli, scatena cambiamenti sottili e immediati che elevano il nostro Essere.

Una premessa è d’obbligo: quando utilizziamo un olio essenziale per la nostra guarigione è importante che la sua fragranza sia accettata e ben accolta…deve piacere a noi e non agli altri, è una relazione intima e unica che ci coinvolge a più livelli.

L’uso quotidiano e costante permette la loro attività sul piano emozionale, energetico e fisico; annusarli ogni volta che se ne sente il bisogno, diffonderli nell’ambiente, farsi un massaggio, metterne 2 gocce nei fazzolettini di carta, una goccia su un cartoncino da usare come segnalibro, qualche goccia come profumatore nella biancheria, crearsi un profumo …diversi modi per essere accompagnati dalla loro profumosa e preziosa fragranza…E si vedranno i risultati della loro opera.

radici di Vetiver…una estrema nota di base

Di seguito darò qualche indicazione su alcuni oli che possono sostenerci nel rafforzare la fiducia e l’amore in noi stessi.

Bene…Partiamo dalle radici…dalla terra che ci sostiene e aiuta ad ancòrarci, così che si alimenti la fiducia amorevole per camminare e muovere i nostri passi.
Vetiver (vetiveria zizanoides) distillazione delle radici, così resistenti e forti, tanto che viene utilizzata anche per consolidare i terreni; riesce a resistere a siccità ed alluvioni….e questo è il messaggio vitale e l’energia che porta.
Adatta a chi ha perso il contatto con la terra ed è proiettato fuori dalla realtà, o in altro tempo: per chi disperde energie nel futuro a scapito del qui e ora. Aiuta a sentire la connessione con la terra, il radicamento, aiutandoci nella realizzazione degli obiettivi e stimolando la fiducia e la sicurezza in ciò che intraprendiamo.
Il vetiver ha una energia estrema, forte, olfattivamente impegnativo, con note affummicate, di terra, calde, legnose.

Ed ora parliamo di un legno…
Il Cedro Atlas (cedrus atlantica) è un maestoso albero che con la sua forza gentile ci comunica solidità, protezione e la forza qui si radica nella fiducia, una fiducia che rafforza e ci sostiene…
Fiducia che è importante per vivere positivamente e in ricchezza la vita.
Ha una fragranza fresca, dolce, pungente e delicata con una forza che si fa ascoltare nel tempo.

Le spezie come la Cannella emanano una forza gioiosa e forte, colorata, una spinta focosa che scalda il Cuore e ci apre all’amore, alla gioia e alla fiducia; in questo caso è d’obbligo diluire l’olio essenziale in olio per la loro dermoaggressività.
Quando il cuore vive un senso di perdita, vuoto, insicurezza e irrequietezza si ha perso la connessione…Unire una essenza che radica e note di cuore completano l’opera alchemica di guarigione.

Rosa damascena…Rosa centifolia…note potenti di cuore

Per il cuore altri oli essenziali che nutrono sono la Rosa (rosa damascena/centifolia) e il Neroli (citrus aurantium flower, fiori dell’arancio amaro) (entrambi piuttosto costosi, ma ne vale la pena); queste fragranze appartengono ai fiori, che aiutano in maniera gentile ad aprirci alla vita, alla sua fragranza e bellezza, e contemporaneamente ad accettare lo sfiorire delle cose…tutto nel corso dell’esistenza è in continuo mutamento e se vogliamo ha un “inizio, un apice e una fine”.

Bergamotto…una nota fresca di cuore-testa


Il cuore unisce e collega la terra con il cielo, tutto abbraccia e guida, armonizza le energie più terrene a quelle più sottili e intuitive; e la gioia che appartiene al cuore può essere alimentata dagli oli essenziali agrumati come la Litsea (litsea cubeba, distillazione dei frutti), chiamata “fragranza degli Angeli”, l’Arancio e il Bergamotto: essi lavorano sulla fiducia in sé stessi, con il sorriso e tanta luminosità.
Gelsomino, Geranio, Lavanda, Vaniglia e altri ancora sono legati al cuore e all’amore, così come altri sono messaggeri di fiducia…Mirra, Basilico, Mandarino…

Sono tanti gli oli che possiamo unire e trovare per lavorare sulla fiducia e sull’amore…ogni sfumatura nel sentimento può riconoscere intimamente una determinata essenza, e ogni persona può trovare la propria; è quí che entra in gioco “l’ascolto” profondo e attento all’olfazione delle diverse fragranze e riconosciamo quelle adatte in quel momento per noi.
Metterci in “ascolto profondo” di un olio essenziale è una meditazione olfattiva che ci permette di esplorare il mondo delle emozioni, delle intuizioni, dell’evocazione profumata di immagini, idee, ricordi…prende vita ciò che da tempo è rimasto sopito, rimosso, sconosciuto o ancora inesplorato.

Un meraviglioso viaggio, ogni volta…

Grazie dell’ascolto
Sabrina