📚 LE ACQUE AROMATICHE…IDROLATI

Le Acque Aromatiche… o Idrolati

Premessa:

Leggere informazioni è conoscere?

Vi parlerò delle Acque Aromatiche o Idrolati: chi sono, da dove arrivano, i loro impieghi, le loro peculiarità. In pochi le conoscono veramente, per tanti sono considerate materiale di scarto.

Mentre…

L’Idrolato è Acqua informatizzata delle vibrazioni e i messaggi energetici della pianta dalla quale viene estratta: sono infatti il risultato del processo di distillazione in corrente di vapore della pianta e sono così complementari al rispettivo olio essenziale che si forma.

Contengono le frazioni idrosolubili e una piccola percentuale del rispettivo olio essenziale, privato però della sua componente talvolta irritante. 

Sono perciò Acque agevoli e sicure nel loro utilizzo sia esternamente che ingerite (in questo caso solo se non hanno stabilzzanti, conservanti e se non contaminate).

Sono utilizzate esternamente in campo cosmetico e profumiero, mentre l’uso interno è in campo alimentare (la pastiera napoletana utilizza l’Acqua aromatica dei Fiori di Arancio!) e in campo sanitario: studi scientifici si stanno rivolgendo al loro utilizzo per il loro uso agevole e i minori costi.

Svolgono azione simile e complementare all’olio essenziale, ed essendo l’Acqua un messaggero vibrazionale molto potente, entra in risonanza sia a livello cellulare con la nostra componente liquida che con i nostri centri energetici.

…L’Acqua parla ai liquidi intra ed extra cellulari, il suo profumo all’anima.

Hanno quindi un impatto energetico, emozionale, fisico…Possono rappresentare un ponte tra i puri rimedi vibrazionali come i Rimedi floreali e gli Oli essenziali con la loro potente azione a livello del corpo: attivano la guarigione ad ogni livello!

Sono profumate, hanno un loro gusto, sono fresche, energizzanti, attivanti.

Sono Acque leggere dove predomina l’elemento Aria e Acqua nella sua trasformazione da vapore a liquido.

Le Acque Aromatiche salutari sono quelle integre, pure. In commercio purtroppo se ne trovano tante che di salutare hanno ben poco! Le più adulterate sono quelle dei fiori come la Rosa e i Fiori d’Arancio per le quali la distillazione prevede una quantità enorme di materiale vegetale. Queste sono spesso tagliate o addirittura ricostruite in laboratorio.

Le terapie dolci come l’utilizzo degli idrolati nutre la nostra parte sensibile e profonda, un luogo dove nascono le forze di autoguarigione, di vita, di creazione.

…conoscere però queste Acque è tutt’altra cosa! 

foto di Elena Cobez …le Acque Aromatiche di Vivi Armonico

Veicolare messaggi in una modalità viva, vibrante, vitale tra due Esseri che si mettono in relazione, appartiene all’Essere umano quanto all’intera Natura.

Il mondo dell’Aromaterapia vede tanto materiale cartaceo e su web cui attingere…intraprendere un percorso di conoscenza profonda passa però attraverso l’esperienza diretta del singolo e l’incontro con persone che già ne hanno fatto Consapevolezza, guidando e accompagnando chi si avvicina a questo mondo profumato, così ricco,meraviglioso e sfaccettato.

Grazie…Namastè…Gassho

Sabrina

📚 GAMBE…e oli

Siamo in piena estate, e uno dei problemi che affliggono tante persone è la pesantezza agli arti inferiori.

L’uso di certi oli essenziali stimolando il circolo attraverso un massaggio è uno dei rimedi naturali che possono aiutarci.

Per l’estate sono sicuramente consigliate sostanze rinfrescanti e così Pompelmo, Limone, Arancio, Menta, Finocchio, Lavanda possono essere utilizzati come supporto nella loro azione drenante, diuretica, anticellulite e a sostegno del circolo. Il Cipresso è ottimo per chi soffre di insufficienza venosa (varici, flebiti), il Geranio per proteggere a livello periferico chi presenta i cosiddetti “capillari rotti”. Ovviamente la Menta dona una sensazione immediata di sollievo, quindi per un mix estivo potete metterne in percentuale maggiore ripetto agli altri oli, se volete far prevalere questo aspetto. Tenete presente che gli oli essenziali da Agrumi sono fotosensibili quindi precauzioni se ci esponiamo massivamente poi alla luce solare.

Gli oli essenziali veicolati in una base oleosa vegetale, li possiamo utilizzare attraverso un massaggio che dal piede tutto sale verso l’inguine, in direzione centripeta seguendo lo scarico venoso e linfatico, facendo movimenti circolari. È altresì possibile utilizzare la miscela per trattare solo il piede stimolando in particolar modo le zone riflesse che interessano lo scarico linfatico.

Un altro sollievo e sostegno per la salute delle gambe, viene proprio dall’elemento Acqua, cosi ristagnante negli edemi: camminare nell’acqua di mare, fare docce calde/fredde alle gambe come in una sorta di “ginnastica” per l’apparato venoso e linfatico, e riprendere una antica abitudine: il pediluvio. Mettere i piedi fino alle caviglie, immersi in una bacinella con acqua fresca dove abbiamo sciolto un cucchiaio di sale grosso arricchito di 4-5 gocce degli oli essenziali sopra menzionati.

La consapevolezza della necessità di un benessere quotidiano che aumenta la qualità della vita ci guida nel proporre incontri a tema, con professionalità, esperienza e tanta passione. Vi aspettiamo, stiamo preparando il calendario autunnale ?

Grazie, Namastè, Gassho

Sabrina e Samantha